7 suggerimenti per un’estate più creativa

L’estate è uno dei periodi più attesi e desiderati dell’anno: abbiamo la possibilità di ridurre gli impegni di lavoro, di trascorrere più tempo con amici e familiari, di visitare luoghi affascinanti, di svolgere attività (letture, hobbies, ecc.) che, di solito, tendiamo a rimandare, di trovare ritmi più piacevoli e naturali.

Proprio grazie a queste caratteristiche, la stagione estiva può diventare un’occasione speciale per divertirci, per ritemprarci e, visto che ci siamo, per far “decollare” la nostra creatività.

Ecco alcuni semplici consigli:

1. Cambia orizzonte
Approfitta del periodo estivo per visitare luoghi insoliti. Se vivi vicino al mare prova a trascorrere qualche giorno in montagna (e viceversa), se sei abituato alla folla e al frastuono trova un luogo tranquillo (baita, monastero, ecc.) in cui ritrovare te stesso, se la tua vita quotidiana è piuttosto tranquilla, visita qualche capitale e tuffati nel divertimento …

2. Osa
Sperimenta qualche attività che non sei solito fare: guida una moto, prendi lezioni di surf o di vela, costruisci un aquilone, ecc. Fare cose che esulano dalla tua “zona di comfort” (come dicono quelli bravi …) amplia la nostra esperienza, aumenta le connessioni tra i neuroni e ci dimostra che possiamo superare i nostri limiti (fisici e/o psicologici).

 3. Fallo “strano”
Impegnati, per qualche giorno, a scrivete, disegnare, guidare, cucinare con la mano che non usi di solito. All’inizio potrai avere qualche difficoltà, presto, però, ti accorgerai di avere molte più abilità di quelle che credevi. Esercizi di questo genere tendono a “bilanciare” e a rivitalizzare entrambi gli emisferi cerebrali.

4. Degusta
Non è difficile trovare, in Italia come all’estero, aziende agroalimentari che organizzano visite presso i loro stabilimenti: avrai l’opportunità di scoprire, in questo modo, tante curiosità sui processi (raccolta, lavorazione, stagionatura, “invecchiamento”, ecc.) che portano alla realizzazione dei prodotti che consumiamo abitualmente. Molto spesso queste visite guidate si concludono con la degustazione dei prodotti: puoi sbizzarrirti a pianificare un “percorso enogastronomico” in base alle tue preferenze ed assaggiare vino, birra, tè, cioccolato, ecc. cercando di affinare il tuo gusto per cogliere le diverse sfumature. Questo esperienze sono divertenti, gustose e arricchiscono il nostro cervello.

5. Osserva
Visita un museo oppure una mostra, partecipa ad una rievocazione storica, cercando di cogliere gli elementi peculiari di quell’autore, di quella corrente artistica o culturale, di quel periodo storico. Un esercizio interessante consiste nel cercare di descrivere una situazione (la tua famiglia, il tuo lavoro, la tua città, ecc.) con il punto di vista dell’autore, usando i colori, le forme, le parole che ricorrono nelle sue opere …

 6. Contempla la natura
Il contatto con la natura è di per sé piacevole e rilassante. Ammirare un prato mosso dal vento, un limpido paesaggio montano, le onde del mare che si infrangono sulla riva, attenua lo stress e consente al nostro cervello di trovare ritmi più regolari e naturali. Contemplare la natura non solo ci fa stare meglio, ma favorisce anche la guarigione. Roger Ulrich, docente di architettura presso il Centro per la ricerca sull’edilizia sanitaria della Chalmers University of Tecnology (Stoccolma), ha svolto, fin dagli anni ’80, diverse ricerche per valutare l’influenza del paesaggio naturale sulla guarigione post-operatoria. Uno dei suoi studi più noti (pubblicato sulla rivista Science) ha evidenziato che i pazienti sottoposti a chirurgia addominale che potevano vedere gli alberi dalla loro finestra guarivano più velocemente e con meno farmaci rispetto a quelli che vedevano solo muri e palazzi.

7. Lasciati incuriosire
Nel periodo estivo i ritmi diventano più lenti e rilassanti, il contesto meno monotono e ripetitivo. Risulta più facile, quindi, porre maggiore attenzione a ciò che ci circonda. Sia che ti trovi in vacanza, oppure in città, puoi risvegliare il tuo lato curioso e porti delle domande su oggetti, funzioni, processi, (ma anche su persone, animali, ecc.) che hai a portata di mano. Seguire il flusso della nostra curiosità ci porta, spesso, a scoprire informazioni “inusuali”  che si rivelano preziose per pensare “out of the box” …

 

Buona estate a tutti (ci vediamo a settembre)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *