Le idee, gli spunti e le emozioni del mio 2014

Negli ultimi giorni di dicembre mi viene spontaneo ripercorrere l’anno appena trascorso, fare alcune riflessioni e condividere qualche emozione.

Non seguo, questa volta, un ordine cronologico, ma condivido le esperienze e le idee così come mi riaffiorano alla mente.

Giovani Talenti: la passione di imparare (ad essere creativi)

Giovani Talenti, Creatività, Liceo Savoia, Giovanni LucarelliHo ideato e realizzato un percorso formativo con gli studenti degli ultimi anni del Liceo Scientifico “Savoia” di Ancona. Li ho aiutati ad esplorare i loro talenti, ho presentato loro storie e stimoli per aprire la mente e ho suggerito alcuni tecniche di pensiero creativo.

E’ stata un’esperienza molto divertente e gratificante. Mi hanno colpito molto la curiosità e l’attenzione con cui i ragazzi e le ragazze hanno seguito le mie parole e il loro coraggio nello sperimentare esercizi e tecniche “fuori dagli schemi”.

C’è chi si lamenta sempre delle giovani generazioni poco motivate, poco reattive … io ho avuto la fortuna di incontrare dei ragazzi e delle ragazze molto in gamba. La citazione più apprezzata è stata: “Usa il tuo talento qualunque esso sia. I boschi sarebbero terribilmente silenziosi se cantassero solo gli uccelli che cantano meglio.” (Henry Van Dyke)

Volo in mongolfiera: la leggerezza di planare sulle cose

Mongolfiera, Teambuilding, Innovazione, Calvino, MUSTer, Uno degli appuntamenti del MUSTer di FdR è stato un’attività di team building attraverso il volo in mongolfiera. Devo confessare che svegliarsi alle 4 di mattina non è stato piacevole (visto che eravamo andati a dormire solo 3 ore prima …), ma le emozioni di levarsi in volo all’alba e lo spettacolo della campagna senese vista dall’alto valevano la pena di qualche sacrificio.

Volare in mongolfiera è stato molto divertente, mi ha permesso di scoprire scenari inediti, di osservare la realtà da un punto di vista inusuale e mi ha aiutato a percepire la relatività di molte cose.

Ho scelto, nella seconda metà del 2014, di seguire, con maggiore impegno, l’esortazione di Italo Calvino: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.

Unconventional Venice: l’innovazione tra le isole della laguna

Venezia, Unconventional Venice, Ars et Inventio, Michele Vianello, Elisabetta Forciniti, Ivan Ortenzi,Il team di Ars et Inventio, guidato dal prode Ivan Ortenzi, è riuscito ad organizzare, anche quest’anno, una delle giornate di formazione più vivaci ed innovative: una sorta di caccia al tesoro, nelle isole meno note della laguna veneta, alla ricerca di idee e spunti creativi.

Elisabetta Forciniti ha predisposto, con grande passione e competenza, un “percorso” storico-artistico-culturale molto avvincente, in cui Michele Vianello è stato il nostro raffinato e coinvolgente “Cicerone”.

In questa giornata ho raccolto tanti stimoli culturali, tante idee, tante risate e rafforzato la consapevolezza che l’innovazione, come ricorda Edward D. Hess,”richiede una mentalità che rifiuta la paura del fallimento e la sostituisce con la gioia dell’esplorazione e dell’apprendimento sperimentale.

Malattie inattese: la certezza dell’amicizia

Amicizia, Malattia, intervento chirurgico, terapiaUn mio caro amico ha avuto, quest’anno, un grave problema di salute. Essergli stato vicino in occasione di un delicato intervento chirurgico e nelle successive terapie ha rafforzato la nostra amicizia.

Lui mi ha confidato più volte che la mia presenza, le mie telefonate e le mie battute gli sono state di grande aiuto, soprattutto nei momenti di maggior sconforto. Io, da questa esperienza, ho imparato ad apprezzare, ancora di più, ogni giorno come un dono.

Sono tante, secondo me, le piccole “meraviglie” quotidiane che diamo per scontate, mentre siamo indaffarati a correre dietro a nostri impegni. Dopo questa esperienza cerco di affannarmi un po’ di meno e “assaporare” un po’ di più …

H-Farm: il giardino dell’innovazione
H-Farm, innovazione, Roberto Bonzio, Massimo Russo, Riccardo Donadon, Giovanni LucarelliAvevo letto e sentito parlare tanto di H-Farm, ma la realtà è stata sorprendente: ho trovato un luogo bello, ricco di verde, dinamico, pensato per favorire sia il lavoro tranquillo sia lo scambio di idee. Un incubatore e acceleratore di idee, in cui si respira veramente aria di creatività in ogni angolo.

In questa tappa del MUSTer, Roberto Bonzio ha raccontato storie affascinanti di “Italiani di Frontiera” che hanno concretizzato idee innovative: l’ho ascoltato in una decina di occasioni, ma trovo sempre stimoli interessanti. Mi è piaciuto molto anche Massimo Russo, direttore di Wired, che con lucidità e semplicità ha delineato lo scenario attuale e alcuni possibili percorsi di innovazione. Illuminante anche la sua riflessione sull’innovazione dirompente: non tiene conto della concorrenza, parte dal basso, cade e si rialza, cambia, si rafforza e ricomincia …

Riccardo Donadon, ideatore e fondatore di H-Farm (trovi l’intervista che gli avevo fatto nel 2012 nel post:  “L’innovazione possibile”), mi ha sorpreso per la sua modestia e semplicità, ha raccontato com’è nata l’idea di dare vita ad un luogo in cui far crescere le idee e ha ribadito come la cultura umanistica integrata con quella digitale formi una miscela esplosiva. Un’ottima sintesi degli altri contenuti la puoi trovare nello storify di Fausto.

H-Farm è un luogo unico, con qualcosa di magico, che mi ha confermato che: “L’innovazione non è mai arrivata attraverso la burocrazia e la gerarchia: è sempre arrivata attraverso gli individui.” (John Sculle).

#ScrittureBrevi: il divertimento della cultura (e della creatività)

Scritture brevi, #ScrittureBrevi, twitter,#Leopardeide, #FavoleTurbo, #AdottaUnSegno,Trascorrere del tempo in rete, a volte, ha dei risvolti spassosi e inaspettati. E anch’io sono stato un po’ risucchiato, lo ammetto, dal turbine di divertimento, cultura e passione di alcuni nuovi amici che, su twitter, hanno lanciato hashtag e “contest” come #ScrittureBrevi, #Leopardeide, #FavoleTurbo, #AdottaUnSegno, ecc.

E’ stata un’occasione (e lo sarà ancora) di confronto, stimolo reciproco, divertimento che ci ha spronato a creare, di volta in volta, “storie” e percorsi nuovi. Grazie a FrancescaDaniele, Davide, Alessandra, Paola, Ketty, Writers And Readers™, Casa Lettori e tanti altri …

 

Forum delle Eccellenze: a lezione di apertura mentale (e di innovazione)

Forum Eccellenze, Pupi Avati, Marcello Mancini, Performance StrategiesHo tratto grande ispirazione anche dal Forum delle Eccellenze, organizzato in modo impeccabile (anche quest’anno) dal team di Performance Strategies, capitanato, con energia e creatività, da Marcello Mancini e Sara Pagnanelli.

Ascoltare speaker come Kjell Nordstorm, Mauro Berruto, Alex Bellini, Pupi Avati, Michael Gelb mi ha permesso di ampliare le mie vedute e di raccogliere spunti preziosi.

Ho avuto anche occasione di conoscere molte persone interessanti, di condividere idee, esperienze e … qualche proposta per progetti futuri.

Forum Eccellenze, Mauro Berruto, Nazionale Pallavolo, Performance Strategies, Marcello Mancini,La cosa che ho apprezzato di più, in questa edizione, è stata l’opportunità di incontrare ed intervistare alcuni dei relatori. E’ stato molto divertente chiacchierare con sportivi del calibro di Mauro Berruto e Alex Bellini e confrontarmi con autori come Victor Hansen, Pupi Avati e, soprattutto, Michael Gelb, di cui ho letto molti libri e che considero uno dei miei maestri. Pubblicherò presto, se sei curioso, le interviste …

 

Sono anche riuscito, in autunno, a realizzare un mio piccolo “sogno creativo” … ne parlerò tra qualche settimana 😉

Questo 2014, in conclusione, è stato un “buon” anno per me, ricco di incontri, di sorrisi, di riflessioni, di impegno e di (piccoli e grandi) cambiamenti. Grazie a tutti quelli che, con modalità diverse, mi sono stati vicino, hanno lavorato con me, hanno letto e commentato i miei post, i miei tweet, ecc.

Auguri a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *